Esordio in Eccellenza per Bellingardo

Esordio in Eccellenza per Bellingardo

Giornata da incorniciare quella di domenica 9 Febbraio per la sezione di Chioggia: a Camisano Vicentino, il nostro Andrea Bellingardo, coadiuvato da Facci della sezione di Bassano del Grappa e Columbro della sezione di Mestre, farà il suo esordio in Eccellenza nella gara Cerealdocks Camisano – Garda !
Importantissimo traguardo per Andrea, che al suo secondo anno come arbitro CRA esordisce nella massima categoria regionale, a coronamento di una stagione fin qui molto positiva, in cui ha dimostrato sempre massimo impegno e serietà.
Il presidente Michele Rosteghin, il consiglio direttivo e la sezione tutta su congratula con Andrea e gli augura che questo non sia un punto d’arrivo, ma un nuovo punto di partenza per palcoscenici ancora più importanti!

 

Lutto per la sezione di Chioggia

Lutto per la sezione di Chioggia

Il Presidente Michele Rosteghin, l’intero consiglio direttivo e tutti gli associati della sezione di Chioggia si stringono attorno all’associato Renzo Voltolina per la recente scomparsa del padre Rizzano.
A Renzo e a tutta la famiglia le più sentite condoglianze.

 

Riunione Tecnica Obbligatoria con il CRA Veneto

Riunione Tecnica Obbligatoria con il CRA Veneto

CHIOGGIA, 28 Ottobre 2019.

Lunedì sera con riunione tecnica per la Sezione di Chioggia, che ha avuto l’opportunità di accogliere il Presidente del Comitato Regionale Veneto Dino Tommasi, accompagnato dai Componenti Regionali Simone Schiavo e Gianni Bizzotto.

Riunione aperta dalle notizie del Presidente Sezionale Michele Rosteghin, tra le quali spiccano l’esordio nella categoria Juniores del giovane associato Nicolò Ghezzo e la visita del SIN alla Sezione in data 19 Ottobre.

È stato poi Tommasi a prendere la parola davanti al gruppo di associati chioggiotti. “Tanta forza di volontà, ma soprattutto dovete divertirvi quando scendete in campo”, questi i due concetti base sulla quale il Presidente CRA ha voluto soffermarsi . Attraverso alcuni esempi, ha fatto capire soprattutto agli associati più giovani come la determinazione, la voglia di mettersi in gioco, ma soprattutto il sacrificio, possano portare ad enormi risultati e grandi soddisfazioni. Tutto ciò, però, ribadendo sempre il fatto di essere sereni: “Andate in campo sereni, arbitrare deve essere un divertimento, io mi sono sempre divertito, deve essere lo stesso per voi”. Concetti fondamentali per la vita di un arbitro quelli esaminati da Tommasi, ma che devono essere accompagnati sempre da un altro: l’allenamento. Allenamento posizionato alla base della piramide della vita dell’arbitro che è visto sempre più come uno sportivo, definizione più volte ribadita durante la serata,. “Se siete allenati, in campo sarete più concentrati e prenderete le decisioni con molta più tranquillità e serenità”.

Dopo questa prima parte, Tommasi ha mostrato alcuni video di una gara con lo scopo di dimostrare come la cura dei più piccoli dettagli, la presenza attiva durante tutta la gara, la personalità, siano fondamentali per riuscire a tenere in pugno la partita dal primo al novantesimo minuto.

Successivamente è stato Simone Schiavo a prendere la parola, mostrando alcuni video su fuorigioco e collaborazione arbitro-assistente, riprendendo il concetto che per scendere in campo bisogna essere allenati per essere a sua volta ben posizionati durante l’arco della gara.

Riunione chiusa dall’intervento di Gianni Bizzotto, che ha portato alcuni dati sul livello atletico arbitrale e sul modo più efficace di eseguire allenamenti durante la settimana per essere pronti per il weekend.

Con i saluti e i ringraziamenti del Presidente Michele Rosteghin, la serata è stata conclusa con una cena tutti assieme.

1° Premio Edoardo Marchetti a Daniele Orsato

1° Premio Edoardo Marchetti a Daniele Orsato

Sono stati premiati gli associati che si sono contraddistinti nella corrente stagione sportiva ed i vari vincitori dei tornei sezionali.
Iniziando proprio da quest’ultimi: per il Fantacalcio, Riccardo Furlan, che ha fatto “doppietta” vincendo anche il torneo di Calcio Balilla in coppia con Ivone Bertaggia; Riccardo Padoan invece si è classificato primo nel torneo di FIFA 19 per Playstation; infine, l’ambito torneo di Calcio a 5 sezionale è stato vinto dal Desperados Team 69 capitanato dal presidente Rosteghin. Per i 25 anni di appartenenza all’associazione è stato premiato l’OA Michele Doria, mentre hanno raggiunto i 40 anni di appartenenza Fabio Berto e Albano Freguja.
Per quanto riguarda gli arbitri chioggiotti che meglio si sono contraddistinti durante la stagione sportiva conclusa, sono stati premiati sono stati premiati Simone Salvagno come miglior arbitro emergente, Mattia Bertaggia come miglior arbitro anziano, Andrea Bellingardo è stato insignito del Premio “Roberto Ardizzon” per la sua prima ottima stagione sportiva al CRA (durante la quale ha esordito in Promozione) ed infine il nostro OA Vincenzo Esposito ha ricevuto il Premio “Valentino Civiero” per il suo passaggio nei ranghi della CAN B da questa stagione sportiva.
Il consueto “Premio del Presidente” è stato assegnato a Vincenzo D’Angelo, per l’impegno, la serietà e la dedizione dimostrata nello svolgere attività tecnico-associativa.
Ciliegina sulla torta, è stato il Premio “Edoardo Marchetti”, istituito quest’anno dal consiglio direttivo in ricordo del nostro giovane collega scomparso prematuramente lo scorso anno. Questo premio, a carattere regionale, andrà ogni anno a premiare quell’arbitro o assistente di calcio a 11 o calcio a 5 in forza al CRA che meglio si distinto durante la stagione sportiva. Come prima volta, però, il consiglio direttivo ha deciso di premiare l’associato che da anni porta alto il nome del Veneto in tutta Italia, Europa e nel mondo, cioè il grandissimo Daniele Orsato, che deve essere un esempio per tutti gli arbitri veneti e non solo.

Cena di Fine Stagione della Sezione AIA di Chioggia

Cena di Fine Stagione della Sezione AIA di Chioggia

Festa fine stagione sportiva 2018/2019 Sezione di Chioggia – 17 Maggio 2019.
Venerdì 17 Maggio 2019 presso il bellissimo contesto del ristorante Le Tegnue di Sottomarina si è svolta la cena di fine stagione sportiva 2018/2019 della sezione AIA di Chioggia, alla quale hanno partecipato, oltre che la stragrande maggioranza dei propri associati, tanti familiari, le mogli dei nostri cari Roberto e Valentino, gli ex associati Michael De Boni, Giovanni Pulina e Salvino Villan, l’assistente della sezione di Castelfranco Veneto in forza alla CAN D Antonio Codemo con la compagna e consigliera regionale Erica Baldin e anche diversi graditi ospiti, tra i quali il componente del Comitato Nazionale dell’ AIA Stefano Archinà, il Vice Commissario della CAN/D Massimo Biasutto, il presidente del CRA Veneto Dino Tommasi accompagnato dalla commmissione CRA al gran completo, il collaboratotore amministrativo Girolamo Berti, il Vice Presidente della F.I.G.C./L.N.D. Florio Zanon, il Presidente della F.I.G.C L.N.D. Veneto Giuseppe Ruzza, il consigliere Regionale della provincia di Venezia Dino Tamai, il delegato della delegazione LND di Padova Piccoli, il delegato della delegazione di Venezia Dino Brusaferro, oltre a diversi presidenti delle sezioni AIA del Veneto.
La serata ha avuto inizio con appuntamento alle ore 20.00 sul lungomare di Sottomarina, in un contesto del tutto balneare e quindi in piena armonia con la stagione alle porte. Quindi ci si è spostati presso il giardino con piscina dell’hotel per un aperitivo all’aperto dove i presenti han potuto passare ai saluti e deliziare il palato con spuntini a base di pesce ed altri vari stuzzichini, sorseggiando nel frattempo un aperitivo a bordo piscina.
Ci si è poi spostati nella sala interna, e dopo i saluti del presidente Rosteghin a tutti i presenti è iniziata la cena di gala. Tra le varie e ottime portate con cui lo chef ha deliziato i presenti, è stato predisposto un intervallo durante il quale ha preso nuovamente la parola il presidente Rosteghin che ha dato il via alla proiezione del filmato della stagione sportiva appena conclusa.
Si è poi passati alle premiazioni (clicca qui per vedere le immagini) degli arbitri che si sono contraddistinti durante la stagione sportiva.
Ha preso la parola anche il Presidente del CRA Veneto Dino Tommasi, che ha iniziato il suo discorso ringraziando le mogli, fidanzate e tutti i famigliari che appoggiano, sostengono e “sopportano” gli associati durante tutta la stagione sportiva. Ha voluto poi sollecitare gli associati e non arrendersi mai e a non perdere mai l’entusiasmo, neanche nei momenti più critici che possono accadere durante la stagione, perché è proprio da questi momenti che bisogna ripartire più forti e carichi di prima. Ha voluto inoltre ricordare a tutti gli associati sezionali l’importanza della sezione come luogo di aggregazione, e ha esortato tutti, soprattutto i più “anziani” a dare sempre il buon esempio. Infine, ha elogiato il sempre ottimo lavoro svolto anche quest’anno dal presidente Rosteghin e dal consiglio direttivo, che lavorano continuamente in sinergia col CRA per raggiungere i medesimi obiettivi.
A chiusura della cerimonia di premiazione, è intervenuto il componente del Comitato Nazionale dell’AIA Stefano Archinà, che ha subito portato i saluti del Presidente Marcello Nicchi e di tutta l’AIA centrale. Si è poi soffermato sull’importanza del Veneto come regione, arbitralmente parlando, incoraggiando tutti a riportala nella posizione che più gli si addice.
Stefano ha poi parlato soprattutto agli arbitri più giovani, consigliando loro di riavvolgere il nastro della stagione appena trascorsa, fare il punto della situazione e ripartire a settembre con ancora più motivazioni per raggiungere ognuno gli obiettivo prefissati. Infine, anche Archinà ha voluto dire un sentito grazie alle famiglie che appoggiano questa nostra passione, ed ha poi concluso il suo intervento ringraziando il presidente Rosteghin e la sezione tutta per la grande ospitalità e per l’affetto dimostratogli.
La serata è poi terminata con il taglio della torta e il brindisi conclusivo, dove ci si è augurati un buon riposo estivo prima di ripartire ancora più carichi per la prossima stagione sportiva.

La Visita del Vice Commissario CAI Gianluca Cariolato

La Visita del Vice Commissario CAI Gianluca Cariolato

Nella seconda RTO del mese di gennaio, la sezione di Chioggia ha avuto l’onore di ospitare il componente CAI, nonché ex assistente internazionale, Gianluca Cariolato della Sezione di Legnago.
Dopo le comunicazioni di rito del Presidente Michele Rosteghin; gli interventi degli associati Pavan Jacopo, Rubin Leonardo e Cebotari Daniel che hanno raccontato la loro esperienza negli esordi in successione seconda, e juniores. Da non dimenticare anche il racconto di Carisi Lenny che dopo una gloriosa e lungimirante carriera da assistente arbitrale al CRA si e tuffato nuovamente nell’avventura di arbitro nella direzione delle gare a disposizione dell’O.T.S.
Ha preso la parola Alessandro Caso, in rappresentanza del CRA Veneto, portando il saluto del Presidente del CRA Dino Tommasi, e ringraziando Lenny per quanto dato in questi anni come assistente arbitrale a disposizione del Cra.
Dopo la presentazione di quanto ha fatto a livello arbitrale ha preso la parola lo stesso Gianluca Cariolato, che ha voluto iniziare il suo intervento mostrando ai presenti un video sul lavoro svolto dalla CAI lo scorso anno, ribadendo che, pur essendo la prima commissione a livello nazionale, la CAI è legata con un filo conduttore ai vari CRA e sezioni, ed ha lo scopo di continuare e approfondire il lavoro fatto negli anni precedenti su arbitri e osservatori.
Attraverso poi la visione di vari video, l’eccelso ospite ha voluto toccare vari aspetti che contraddistinguono una prestazione arbitrale, dalla preparazione atletica, fondamentale per essere lucidi dal primo al novantesimo minuto, passando per il concetto di soglia tecnica, che, come affermato da Gianluca,” non esiste. Esiste il fallo o il non fallo, poi deve essere perspicace l’arbitro nel capire se fischiare di più o di meno durante la gara, secondo il comportamento tenuto dai giocatori: l’importante è essere sempre uniformi, equi e coerenti”, e concludendo infine con la personalità, che un buon arbitro deve sempre far valere in campo.
In tutti i video presentati da Gianluca ha saputo coinvolgere in maniera magistrale gli associati presenti alla RTO trasmettendogli tante nozioni per la loro crescita arbitrale.
Gianluca ha voluto concludere la riunione, che ha visto i presenti attenti e partecipativi, con un messaggio rivolto soprattutto ai giovani associati: “Sicuramente cadrete, sicuramente arriveranno i brutti voti, ma la forza di un arbitro sta proprio nel fatto di saper rispondere con una prestazione positiva ad una prestazione negativa della settimana precedente. Bisogna essere perseveranti nella ricerca dei propri sogni e obiettivi, e solo così si potranno raggiungere traguardi sempre più importanti”.
A chiusura della serata, il Presidente Rosteghin ha voluto omaggiare sia Gianluca che Alessandro con dei prodotti tipici locali; tutti i presenti si sono poi spostati in una pizzeria locale per un bel momento conviviale.