Dopo lo stop indotto dalla pandemia lo scorso anno, la Sezione di Chioggia è felicemente tornata a svolgere il consueto raduno pre-campionato a Cesuna, nell’Altopiano di Asiago, presso l’albergo La Pineta, sabato 18 e domenica 19 settembre. Numerosa è stata la partecipazione degli associati, vogliosi di ritrovarsi e di ricominciare nel migliori dei modi la nuova stagione sportiva, lasciandosi velocemente alle spalle l’ultimo anno e mezzo, che li ha visti, purtroppo, fermi.

Dopo il pranzo nella struttura alberghiera che ha dato ufficialmente il via al raduno, gli arbitri hanno svolto i test atletici (contemporaneamente ai quali si è svolta una riunione per gli osservatori), dedicandosi poi per il resto del pomeriggio all’ascolto del Coordinatore della Commissione Arbitri Interregionale, Dino Tommasi, passato a Cesuna per un saluto, e la lezione del Componente del Comitato Regionale Veneto Alberto Zampese. “Metteteci passione, anima, impegno ma soprattutto divertitevi”, il suggerimento di Tommasi, che ha poi aggiunto “abbiate testa, ma sognate pure in grande per farcela”.

“Con i giovani si fa formazione e si raccolgono grandi soddisfazioni”, invece, le parole di apertura di Zampese: la formazione, sicuramente, è stata garantita, grazie alla spiegazione della Circolare n.1 e alle preziose indicazioni per lo spostamento e il posizionamento dell’arbitro nel terreno di gioco. Per concludere la sua lezione, Zampese ha fatto notare che su due aspetti l’arbitro deve lavorare autonomamente, senza la possibilità di formazione esterna: condizione atletica e leadership in campo, qualità imprescindibili per l’arbitraggio.

Conclusa la cena, gli associati hanno avuto modo di vivere dei piacevoli momenti di compagnia, che da troppo tempo mancavano. Il mattino seguente, una volta svolti i quiz tecnici e la relativa correzione, la Sezione ha avuto il piacere del saluto in video-conferenza dell’internazionale Daniele Orsato: “finalmente si ricomincia”, le sue parole, “consumiamo la benzina accumulata questo periodo fermi ai box; divertiamoci che è la medicina per guarire”, lo sprono di Orsato, riferendosi anche al periodo pandemico.

Hanno concluso la mattinata l’analisi formativa di alcuni momenti di una partita di un arbitro della Sezione e le disposizioni dell’Organo Tecnico Sezionale, il Presidente di Sezione Michele Rosteghin. Presidente che ha dedicato alcuni minuti ad un discorso rivolto agli associati, volto a sottolineare l’importanza di riprendere la normale vita arbitrale: il recente periodo può aver “deviato” o “fatto disperdere” qualcuno, può aver ridotto grinta  e passione, ma è giunto il momento di riprendersi, di ritornare in carreggiata a tutti gli effetti, dalla preparazione atletica alla voglia di scendere nuovamente in campo: “dobbiamo ripartire alla grande”, l’esortazione di Rosteghin. Infine, per concludere al meglio il raduno sezionale, tutti gli associati si sono recati al rifugio Kubelek per un ottimo pranzo.