Il CRA Veneto in visita a Chioggia.

La Visita del Vice Commissario della CAI Andrea Marzaloni
10 Maggio 2019
La Visita del Vice Commissario CAI Gianluca Cariolato
19 Giugno 2019

Il CRA Veneto in visita a Chioggia.

IL CRA VENETO IN VISITA A CHIOGGIA

Lunedì 10 Dicembre, durante l’ultima RTO del 2018, presso la sala riunioni dell’ASPO, la sezione ha avuto l’onore di ospitare il Presidente del CRA Veneto Dino Tommasi, accompagnato dal Vicepresidente Luca Segna, dal componente Gianni Bizzotto e dal collaboratore amministrativo Girolamo Berti.

Dopo le comunicazioni di rito del Presidente Michele Rosteghin, ha preso la parola Dino, che ha voluto mettere in chiaro fin dall’inizio, con l’ausilio di vari video, due importanti concetti: allenamento e atteggiamento in campo.

L’allenamento è alla base della prestazione arbitrale, perché un arbitro che non è allenato sarà costantemente in affanno, e ciò lo porterà a non prendere la decisione giusta o, ad esempio, a subire i leader delle squadre.  “Bisogna fare sacrifici in allenamento durante la settimana” afferma Dino “perché solo così la domenica si potrà essere dentro la partita, dominarla, e non essere in balia degli eventi”. E collegandosi all’allenamento, Dino ha poi sviscerato l’altro concetto, cioè l’atteggiamento in campo.

“ Meglio un arbitro che ha voglia, passione, “fame” e sbaglia due/tre decisioni durante la gara piuttosto che un arbitro che prende tutte le decisioni giusti ma si dimostra pigro  e spento”.

Quindi allenamento e “fame” sono due concetti collegati,  perché il bravo arbitro deve avere predisposizione al sacrificio, mentalità vincente, deve “mangiarsi il campo” dal primo al novantesimo, senza dimenticare che il divertimento deve essere comunque alla base di tutto. Chiosa Dino “tutti hanno del potenziale, ma chi da poco avrà poco, chi da tanto può avere tanto”.

È stato toccato poi anche l’aspetto comportamentale, riguardo il quale il nostro presidente regionale ha voluto sottolineare come di fronte ad ogni decisione tecnica e disciplinare, bisogna essere sereni e carichi allo stesso tempo, in modo da non trasmettere insicurezza e poter “vendere” ogni nostra decisione.

Hanno preso infine la parola Gianni Bizzotto, che ha sviscerato alcuni dati sul livello di preparazione atletica attuale degli arbitri, esortandoli a frequentare più assiduamente il polo di allenamento, e Luca Segna, che ha prima sottolineato positivamente il fatto che tutti i presenti indossassero la tuta sezionale, segno di unità e coesione, e ha poi voluto ribadire come CRA e sezione lavorino in sinergia per imprimere passione e ambizione in ogni arbitro, che deve poi riportare questi aspetti anche all’interno del terreno di gioco. Segna ha voluto ricordare anche a tutti i presenti di usare i social network con attenzione e intelligenza.

La RTO si è poi conclusa con il Presidente Rosteghin che ha voluto omaggiare tutti gli ospiti con alcuni prodotti tipici locali; poi tutti i presenti si sono traferiti in una pizzeria locale per trascorre un bel momento conviviale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *